Moving

I tempi cambiano, cambia il modo di parlare della Scuola. Ho rinnovato il mio sito, e ho dedicato uno spazio per la Scuola di madrigali.

Da questo momento in poi, quindi, tutto quel che concerne le attività madrigalistiche del gruppo veronese, e tutto gli sviluppi futuri, verrano raccontati al nuovo indirizzo sul mio sito https://www.matteozenatti.net/blog-standard/, dove i post relativi alla scuola verranno categorizzati appunto come ‘Scuola di madrigali’.

Questo blog resta, come ricordo e archivio dei materiali passati.

Ci vediamo lì 🙂

Scuola di Madrigali VR 4.6

Giaches de Wert e le nuove maniere

Il Palazzo Ducale di Mantova

Sesto incontro della Scuola di Madrigali a Verona.

Stiamo arrivando al culmine della maturità del madrigale italiano, rappresentato questo mese da Giaches de Wert.

Un altro fiammingo, ma da sempre in Italia, rinomatissimo musicista di casa a Mantova e a Ferrara, che spinse il madrigale verso forme espressive nuove, aprendo la strada alle composizioni successive di Claudio Monteverdi.

Studieremo un suo madrigale con il testo tratto dal Pastor Fido di Giovambattista Guarini, a cinque voci, O Primavera, gioventù dell’anno, dall’undicesimo libro di madrigali, del 1595.

Il lavoro partirà da note, tipo di ritmo e di temperamento (speciale per una buona intonazione del madrigale vocale), e si andrà il più possibile ad affinare e rendere emozioni, colori, affetti che il pezzo ci lascia.

Ecco il testo, la prima parte di un monologo di Mirtillo personaggio del Pastor Fido.

O primavera, gioventù dell’anno,
Bella madre di fiori,
D’herbe novelle e di novelli amori,
Tu torni ben, ma teco
Non tornano i sereni
E fortunati dì de le mie gioie;
Tu torni ben, tu torni,
Ma teco altro non torna
Che del perduto mio caro tesoro
La rimembranza misera, e dolente.
Tu quella se’, tu quella
Ch’eri pur dianzi sì vezzosa e bella;
Ma non son io già quel ch’un tempo fui
Sì caro à gli occhi altrui.
 

(Mirtillo: Atto III, scena I)

Due incontri, ripartiti in due giornate; sembra che questa maniera di studio sia più umana rispetto alle lunghe sessioni degli anni scorsi:

venerdì 13 marzo 2020
dalle 17,30 alle 20,30
musica&tempo
ci si concentra su note, ritmo, intonazione, tecnica vocale.

Costo dell’incontro 20€, per chi non sia iscritto alla Scuola, una tantum che chiede la Scuola Civica di Verona, di 50€ (chi già frequenta altri corsi ovviamente non dovrà reiscriversi)


domenica 15, prima delle 15, se qualcuno volesse ripassare i madrigali scorsi, me lo dica, che chiedo di aprire la scuola alle 14, per aver avere un po’ di agio per rileggere e ritrovare il lavoro passato)


domenica 15 marzo 2020
dalle 15 alle 18
affetti&colori
si lavora sulla musica, si cerca di raggiungere un’interpretazione
– suddivisi per piccoli gruppi

Costo dell’incontro 30€ (per chi partecipa solo la domenica non richiedo iscrizione alla Civica)

E poi, subito dopo, una lezione-concerto pubblica, alle 19, per mostrare a chi vuole seguirci il lavoro svolto e parlare un po’ di questa meravigliosa arte vocale.

Sempre alla Scuola Civica Bruno Maderna di Verona.

È possibile partecipare anche solo la domenica, per chi si sente forte e preferisce studiare da solo, o ha buona lettura e desidera concentrarsi sull’interpretazione del pezzo.
Domenica si lavorerà il più possibile a parti reali, con aiuti per chi non si sente sicuro (alle spalle di chi canta, a mo’ di angelo custode invisibile).
 


Per questa sessione di Scuola di madrigali offro, come promozione, per chi desiderasse, la possibilità di preparare la parte in un incontro con me a parte (ripartiti per sezioni: i soprani, gli alti, i tenori…). Se si desidera usufruirne, vi aspetto a casa, nel mio studio.


Quest’anno per l’iscrizione non ci son moduli: mi basta ricevere comunicazione di voler partecipare via email o per telefono – trovate tutti i miei riferimenti alla pagina contatti del mio sito, qui – quando riceverò una vostra richiesta (indicandomi che tessitura vocale preferite), vi invierò i materiali, partitura e guide audio, per lo studio.

Dai, ancora tre mesi ricchi di lavoro!
Ci si vede venerdì 13 marzo 2020 alla Scuola Civica Bruno Maderna, in via Lega Lombarda, 10, a Verona.

Scuola di Madrigali VR 4.5

Orlando di Lasso e l’Europa

Quinto incontro della Scuola di Madrigali a Verona.

È ora di allargare gli orizzonti, e incontrare una personalità unica nel panorama dei musicisti del secondo Cinquecento, Orlando di Lasso.

Con lui si toccano le principali corti, facendo perno sul Ducato di Baviera, dove Orlando era stimatissimo musicista di corte, ma da dove si spostò, sempre acclamato ospite, in Italia e in Francia; la sua musica risente di questa multiformità geografica, o forse è l’opposto, fu il suo carattere poliedrico a spingerlo a operare scelte musicali e residenziali multiformi.

Studieremo un suo madrigale florido, a sei voci, Tra verdi rami d’un novello alloro, dal da un suo libro di madrigali del 1587, composto sul finire della sua vita.

Il lavoro partirà da note, tipo di ritmo e di temperamento (speciale per una buona intonazione del madrigale vocale), e si andrà il più possibile ad affinare e rendere emozioni, colori, affetti che il pezzo ci lascia.

Questo il testo, un madrigale anonimo, ma già apparso in una raccolta, Il lauro verde, dedicata a Laura Peperara, musicista ferrarese, raccolta curata da Torquato Tasso.

Essendo il venerdì di lavoro san Valentino, è indicatissimo.

Tra verdi rami d’un novello alloro,
Giva scherzando amore,
Quando mi punse il core,
Di si dolce desire,
Che mi fa dentro e fuor per lui gioire.


Questi è disceso dal superno coro,
Che non teme stagion calda, né verno,
Onde vivrà in eterno,
In amoroso zelo,
Che così impose la natura e’l cielo.

Due incontri, ripartiti in due giornate; sembra che questa maniera di studio sia più umana rispetto alle lunghe sessioni degli anni scorsi:

venerdì 14 febbraio 2020
dalle 17,30 alle 20,30
musica&tempo
ci si concentra su note, ritmo, intonazione, tecnica vocale.

Costo dell’incontro 20€, per chi non sia iscritto alla Scuola, una tantum che chiede la Scuola Civica di Verona, di 50€ (chi già frequenta altri corsi ovviamente non dovrà reiscriversi)


domenica 16, prima delle 15, se qualcuno volesse ripassare i madrigali scorsi, me lo dica, che chiedo di aprire la scuola alle 14, per aver avere un po’ di agio per rileggere e ritrovare il lavoro passato)


ATTENZIONE x DOMENICA – CAMBIO ORARIO – TUTTO UN’ORA PRIMA

domenica 16 febbraio 2020
dalle 15 alle 18
affetti&colori
si lavora sulla musica, si cerca di raggiungere un’interpretazione.

Costo dell’incontro 30€ (per chi partecipa solo la domenica non richiedo iscrizione alla Civica)

E poi, subito dopo, una lezione-concerto pubblica, alle 19, per mostrare a chi vuole seguirci il lavoro svolto e parlare un po’ di questa meravigliosa arte vocale.

Sempre alla Scuola Civica Bruno Maderna di Verona.

È possibile partecipare anche solo la domenica, per chi si sente forte e preferisce studiare da solo, o ha buona lettura e desidera concentrarsi sull’interpretazione del pezzo.
Domenica si lavorerà il più possibile a parti reali, con aiuti per chi non si sente sicuro (alle spalle di chi canta, a mo’ di angelo custode invisibile).
 



Quest’anno per l’iscrizione non ci son moduli: mi basta ricevere comunicazione di voler partecipare via email o per telefono – trovate tutti i miei riferimenti alla pagina contatti del mio sito, qui – quando riceverò una vostra richiesta (indicandomi che tessitura vocale preferite), vi invierò i materiali, partitura e guide audio, per lo studio.

Dai, proseguiamo!
Ci si vede venerdì 14 febbraio 2020 alla Scuola Civica Bruno Maderna, in via Lega Lombarda, 10, a Verona.

Scuola di Madrigali VR 4.4

Giovanni Pierluigi da Palestrina e Roma

Quarto incontro della Scuola di Madrigali a Verona.

Dopo il madrigale per le vacanze natalizie, ascoltando musica che si praticava a Venezia grazie a un madrigale di Andrea Gabrieli (per chi non c’era alla lezione concerto, è possibile ascoltare la registrazione della lezione di domenica sera qui) eccomi a proporre il prossimo incontro, velocissimo, è già la settimana prossima!

Si va a Roma, è arrivato il momento di entrare nel pieno della stagione del madrigale maturo, partendo da Giovanni Pierluigi da Palestrina, maestro incontrastato del mottetto e della musica sacra, ma fecondo compositore di madrigali, anche spirituali.

Studieremo infatti un madrigale spirituale a cinque voci, Il tempo vola e se ne fuggon gli anni, dal Primo libro dei madrigali a cinque voci di Cipriano de Rore (1568), entro cui sono ospitati madrigali di altri autori, tra cui il nostro.

Il lavoro partirà da note, tipo di ritmo e di temperamento (speciale per una buona intonazione del madrigale vocale), e si andrà il più possibile ad affinare e rendere emozioni, colori, affetti che il pezzo ci lascia.

Questo il testo, un sonetto anonimo:

Il tempo vola e se ne fuggon gli anni,
E la morte a gir seco ognor n’invita,
E in questa oscura e miserabil vita
Brevi diletti son, longhi gli affanni.

Alma, desta il veder, mira gli inganni
Tanti e varii del mondo, e quinci ardita
alla gloria del ciel vera e infinita,
con amoroso affetto, spiega i vanni.

Ivi vedrai la gloria, ivi l’acquisto
degli eletti , che con sì caldo e interno
zelo, seguiro il nostro capo Cristo.

Cerca, segui, ama adunque il ben eterno,
che ciò che ti può dar il mondo tristo
è fumo, ombra, aria, pena, morte e inferno.

In realtà il madrigale è una prima parte di due, e mette in musica le prime due quartine. Cominciamo da quelle, poi sonderò il terreno fra qualche giorno se si avrà voglia di proseguire e finire con la seconda parte.

Due incontri, ripartiti in due giornate; sembra che questa maniera di studio sia più umana rispetto alle lunghe sessioni degli anni scorsi:

venerdì 10 gennaio 2020
dalle 17,30 alle 20,30
musica&tempo
ci si concentra su note, ritmo, intonazione, tecnica vocale.

Costo dell’incontro 20€, per chi non sia iscritto alla Scuola, una tantum che chiede la Scuola Civica di Verona, di 50€ (chi già frequenta altri corsi ovviamente non dovrà reiscriversi)


domenica 12, prima delle 16, se qualcuno volesse ripassare i madrigali scorsi, me lo dica, che chiedo di aprire la scuola alle 15, per aver avere un po’ di agio per rileggere e ritrovare il lavoro passato)


domenica 12 gennaio 2020
dalle 16 alle 19
affetti&colori
si lavora sulla musica, si cerca di raggiungere un’interpretazione.

Costo dell’incontro 30€ (per chi partecipa solo la domenica non richiedo iscrizione alla Civica)

E poi, subito dopo, una lezione-concerto pubblica, alle 20, per mostrare a chi vuole seguirci il lavoro svolto e parlare un po’ di questa meravigliosa arte vocale.

Sempre alla Scuola Civica Bruno Maderna di Verona.

È possibile partecipare anche solo la domenica, per chi si sente forte e preferisce studiare da solo, o ha buona lettura e desidera concentrarsi sull’interpretazione del pezzo.
Domenica si lavorerà il più possibile a parti reali, con aiuti per chi non si sente sicuro (alle spalle di chi canta, a mo’ di angelo custode invisibile).
 



Quest’anno per l’iscrizione non ci son moduli: mi basta ricevere comunicazione di voler partecipare via email o per telefono – trovate tutti i miei riferimenti alla pagina contatti del mio sito, qui – quando riceverò una vostra richiesta (indicandomi che tessitura vocale preferite), vi invierò i materiali, partitura e guide audio, per lo studio.

Dai, proseguiamo!
Ci si vede venerdì 10 gennaio 2020 alla Scuola Civica Bruno Maderna, in via Lega Lombarda, 10, a Verona.

Scuola di Madrigali VR 4.3

Andrea Gabrieli e Venezia

Vittore Carpaccio – Il leone di San Marco (Palazzo Ducale, Venezia)

Terzo incontro della Scuola di Madrigali a Verona.

Dopo il madrigale tosto e bellissimo di Cipriano di venerdì/domenica 24 novembre (per chi non c’era, è possibile ascoltare la registrazione della lezione di domenica sera qui) eccomi a proporre il prossimo incontro.

Si va a Venezia, dove si sta sviluppando nel Cinquecento un linguaggio proprio della città, grazie alle composizioni di Adrian Willaert che lasciano un segno negli anni a venire, e alla musica che viene creata per uno spazio unico come la basilica di San Marco: ecco arrivare un madrigale di Andrea Gabrieli, centrale in questo contesto.

Studieremo finalmente un madrigale a cinque voci, Vago uccelletto, dal Primo libro dei madrigali a cinque voci (1566), di cui alcuni fascicoli sono conservati alla biblioteca dell’Accademia di Verona.

Il lavoro partirà da note, tipo di ritmo e di temperamento (speciale per una buona intonazione del madrigale vocale), e si andrà il più possibile ad affinare e rendere emozioni, colori, affetti che il pezzo ci lascia.

Questo il testo, un sonetto di Francesco Petrarca:

Vago uccelletto che cantando vai,
over piangendo, il tuo tempo passato,
vedendoti la notte e ’l verno a lato
e ’l dí dopo le spalle e i mesi gai,

se, come i tuoi gravosi affanni sai,
cosí sapessi il mio simile stato,
verresti in grembo a questo sconsolato
a partir seco i dolorosi guai.

I’ non so se le parti sarian pari,
ché quella cui tu piangi è forse in vita,
di ch’a me Morte e ’l ciel son tanto avari;

ma la stagione et l’ora men gradita,
col membrar de’ dolci anni et de li amari,
a parlar teco con pietà m’invita.


In realtà il madrigale è una prima parte di due, e mette in musica le prime due quartine. Cominciamo da quelle, poi sonderò il terreno fra qualche giorno se avete voglia di proseguire e finire con la seconda parte.

Due incontri, ripartiti in due giornate; sembra che questa maniera di studio sia più umana rispetto alle lunghe sessioni degli anni scorsi:
 

venerdì 27 dicembre 2019
dalle 17,30 alle 20,30
musica&tempo
ci si concentra su note, ritmo, intonazione, tecnica vocale.

Costo dell’incontro 20€, per chi non sia iscritto alla Scuola, una tantum che chiede la Scuola Civica di Verona, di 50€ (chi già frequenta altri corsi ovviamente non dovrà reiscriversi)


domenica 29, prima delle 16, se qualcuno volesse ripassare i madrigali scorsi, me lo dica, che chiedo di aprire la scuola alle 15, per aver avere un po’ di agio per rileggere e ritrovare il lavoro passato)



domenica 29 dicembre 2019
dalle 16 alle 19
affetti&colori
si lavora sulla musica, si cerca di raggiungere un’interpretazione.

Costo dell’incontro 30€ (per chi partecipa solo la domenica non richiedo iscrizione alla Civica)

E poi, subito dopo, una lezione-concerto pubblica, alle 20, per mostrare a chi vuole seguirci il lavoro svolto e parlare un po’ di questa meravigliosa arte vocale
(dato il momento, perché non salutarci con un brindisi per il nuovo anno alla fine?).

Sempre alla Scuola Civica Bruno Maderna di Verona.

È possibile partecipare anche solo la domenica, per chi si sente forte e preferisce studiare da solo, o ha buona lettura e desidera concentrarsi sull’interpretazione del pezzo.
Domenica si lavorerà il più possibile a parti reali, con aiuti per chi non si sente sicuro (alle spalle di chi canta, a mo’ di angelo custode invisibile).
 



Quest’anno per l’iscrizione non ci son moduli: mi basta ricevere comunicazione di voler partecipare via email o per telefono – trovate tutti i miei riferimenti alla pagina contatti del mio sito, qui – quando riceverò una vostra richiesta (indicandomi che tessitura vocale preferite), vi invierò i materiali, partitura e guide audio, per lo studio.

Dai, proseguiamo!
Ci si vede venerdì 27 dicembre alla Scuola Civica Bruno Maderna, in via Lega Lombarda, 10, a Verona.

Dopo Cipriano.

Fatto, il gruppo della Scuola di Madrigali di Verona ha affrontato un madrigale di Cipriano de Rore, con tutte le sue bellezze e difficoltà. Non è stato semplice, e non è ovviamente terminato il processo, lo lasciamo a incubare, vediamo che succede nei prossimi mesi.

Resta la registrazione della lezione concerto tenuta la sera del 24 novembre alla Scuola Civica Bruno Maderna di Verona, in cui si è parlato di Cipriano e del suo tempo, e si è esposto il madrigale scelto, Amor, ben mi credevo, dal Primo libro di madrigali a 4 voci (1550).

Cliccate qui per ascoltarla.

Scuola di Madrigali VR 4.2

Cipriano de Rore e le sue arditezze

Hans Mielich, Ritratto di Cipriano de Rore. Miniatura in libro corale, 1559. Monaco, Bayerische Staatsbibliothek, BSB-Hss Mus.ms. B(1.

Secondo incontro della Scuola di Madrigali a Verona.

Dopo la bella sessione e la lezione concerto di venerdì/domenica scorsi (per chi non c’era, è possibile ascoltare la registrazione della lezione di domenica sera qui) eccomi a proporre il prossimo incontro.

La storia del madrigale parte e si sviluppa, con rapidi passi arriviamo a una figura centrale del Rinascimento musicale italiano (e non solo italiano), Cipriano de Rore – spartiacque tra la prima stagione del madrigale e la sua espressione più matura della seconda metà del Cinquecento.

Studieremo un madrigale a quattro voci, Amor, ben mi credevo, dal Primo libro dei madrigali a quattro voci (1550).

Il lavoro partirà da note, tipo di ritmo e di temperamento (speciale per una buona intonazione del madrigale vocale), e si andrà il più possibile ad affinare e rendere emozioni, colori, affetti che il pezzo ci lascia.

Questo il testo:

Amor, ben mi credevo
Ch’ambi madonna e me legati avessi
In un medesmo laccio, a fin ch’uguale
Il desir fosse e l’ardor immortale;
Ma lasso, veggio lei libera e sciolta
Da gli amorosi nodi
Ed in mille piacer ognor involta,
Ed io vie più che mai legato e preso,
Privo d’ogni piacer, pien di tormento,
Rimango in vita della vita spento
.

Due incontri, ripartiti in due giornate; sembra che questa maniera di studio sia più umana rispetto alle lunghe sessioni degli anni scorsi:

venerdì 22 novembre 2019
dalle 17,30 alle 20,30
musica&tempo
ci si concentra su note, ritmo, intonazione, tecnica vocale.

Costo dell’incontro 20€, per chi non sia iscritto alla Scuola, una tantum che chiede la Scuola Civica di Verona, di 50€ (chi già frequenta altri corsi ovviamente non dovrà reiscriversi)


domenica 24 novembre 2019
dalle 16 alle 19
affetti&colori
si lavora sulla musica, si cerca di raggiungere un’interpretazione.

Costo dell’incontro 30€ (per chi partecipa solo la domenica non richiedo iscrizione alla Civica)

E poi, subito dopo, una lezione-concerto pubblica, alle 20, per mostrare a chi vuole seguirci il lavoro svolto e parlare un po’ di questa meravigliosa arte vocale.

Sempre alla Scuola Civica Bruno Maderna di Verona.

È possibile partecipare anche solo la domenica, per chi si sente forte e preferisce studiare da solo, o ha buona lettura e desidera concentrarsi sull’interpretazione del pezzo.


Quest’anno per l’iscrizione non ci son moduli: mi basta ricevere comunicazione di voler partecipare via email o per telefono – trovate tutti i miei riferimenti alla pagina contatti del mio sito, qui – quando riceverò una vostra richiesta (indicandomi che tessitura vocale preferite), vi invierò i materiali, partitura e guide audio, per lo studio.

Dai, proseguiamo!
Ci si vede venerdì 22 novembre alla Scuola Civica Bruno Maderna, in via Lega Lombarda, 10, a Verona.